venerdì 26 marzo 2010

Batmobile


Passo davanti ad un fotografo. Nella vetrina, immagini di matrimoni. Persone in pose assurde, ma comunque sorridenti. Felici, almeno in apparenza. A me i matrimoni non fanno ne caldo ne freddo. Forse perchè sono collegati con la chiesa. Io non credo, non l'ho mai fatto. Mi sembra un'assurdità. Perchè dovrei credere, poi? La chiesa per prima dice bugie. Si ostina a voler rimanere ancorata agli usi del medioevo. Predica l'amore e l'uguaglianza ma discrimina gli omosessuali e insabbia i crimini dei suoi ministri. Grida allo scandalo davanti alla povertà nel 3°mondo, e poi permette al papa di girare con le prada a bordo di yuna macchina che neanche Batman se la potrebbe permettere. Però rispetto chi è credente. Non bestemmio. Cerco di non peccare, nei limiti del possibile. Ma il matrimonio in chiesa proprio non lo concepisco. Il matrimonio è l'unione di 2 persone. Non di 2 persone con la chiesa. Se ti amo, lo dico a te. Se so che non desidererò mai un'altra persona nella mia vita, lo so e basta. Non ho bisogno di dirlo davanti ad un prete. Non ho bisogno di dirlo davanti a nessuno. Te lo dimostrerò con il tempo e i fatti. Per me il matrimonio deve essere semplice, essenziale. Sempre che ci debba essere. 2 persone, se vogliono stare insieme, lo fanno.


Io non ho mai pensato al matrimonio. Non ne ho mai avvertito l'esigenza. Forse perchè non ho mai incontrato una donna che me la facesse sentire in modo chiaro, quell'esigenza. Fino ad ora è andata così. Ma adesso....chissà.

Nessun commento:

Posta un commento